Katsuo no tataki o Tonnetto Battuto



E Kvi!
Tonnetto o palamita
( trancio) grammi 600
Zenzero fresco grammi 20
Porro ( solo la parte verde) 1 grande
Aglio 1 spicchio

Salsa Sanbaizu

Aceto di riso 125 ml
Zucchero 1 cucchiaio e 1/2
Salsa di soia 1/2 cucchiaino
Sale 1/2 cucchiaino

Preparate subito la salsa, miscelando a freddo gli ingredienti.Tritate finemente il porro e lo zenzero sbucciato, tagliate sottilmente l’aglio e mescolate insieme qs tre ingredienti.
Con un coltello molto affilato dividete il trancio di pesce nel senso della spina, eliminandola e ottenendo due parti di trancio. Quindi tagliate in senso longitudinale ognuna delle due parti del trancio ottenendo così 4 filetti di tonnetto;private ogni filetto della pelle.
Preparate in una ciotola capiente acqua e ghiaccio.
Scaldate a fiamma media una padella antiaderente e scottate 1/2 minuto per volta ambo i lati dei filetti.
Subito dopo “scioccate” il pesce nell’acqua gelata, arrestando così la cottura in padella.
Asciugatelo bene con carta da cucina, disponetelo su un tagliere e cospargetelo con la mistura di aglio, zenzero e porro.Battete leggermente con la parte piatta di un coltello a lama larga il pesce ( serve per ammorbidirlo e per impregnarlo degli aromi).
Infine tagliatelo a fette spesse circa 1 cm, mettetelo su un piatto da portata, avvicinando le fette una all’altra ( vedere foto) condendole con la salsa preparata in precedenza.Ricoprite il piatto con della pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per circa mezz’ora.
Servite a temperatura ambiente.
P.C.***
Qua,Catania, lo chimiamo tonnacchio.

Come il tonno fresco, si presta alle più svariate preparazioni.
Può essere utilizzato per preparare ragu’ di pesce con cui condire la pasta.
E’ eccellente cucinato ai ferri, in umido con cipolle e pomodoro, in polpette; tagliato a fette sottili e condito con olio e limone è un ottimo «carpaccio». Saporito e leggero se preparato «a sfincione»: ungere le fette con olio, salare e pepare poi cospargere con un sottile strato di pangrattato e origano, completare con alcuni capperi e passare in forno per pochi minuti.
Gli esemplari più piccoli possono essre cucinati interi, al forno con patate e rosmarino.

Реклама

Добавить комментарий

Заполните поля или щелкните по значку, чтобы оставить свой комментарий:

Логотип WordPress.com

Для комментария используется ваша учётная запись WordPress.com. Выход / Изменить )

Фотография Twitter

Для комментария используется ваша учётная запись Twitter. Выход / Изменить )

Фотография Facebook

Для комментария используется ваша учётная запись Facebook. Выход / Изменить )

Google+ photo

Для комментария используется ваша учётная запись Google+. Выход / Изменить )

Connecting to %s