Mondaino



Il Santo Patrono di Mondaino è S. Michele Arcangelo – 29 settembre
.wikipedia.Mondaino
A pochi chilometri dalla Riviera, su un crinale, a m 420 s.l.m., sorge Mondaino.
Comune in provincia di Rimini, è al confine con le Marche.
Baluardo dei Malatesta, fu loro conteso dai Montefeltro per l’ubicazione strategica.

La sua possente rocca parla del passato di aspri conflitti, assieme alle mura, in buona parte intatte, e a una delle rievocazioni storiche meglio riuscite d’Italia, il Palio del Daino.
È forse il daino, animale di cui la zona era ricca, che dà il nome al borgo: da Mons Dainus, a Monte Daino, all’attuale Mondaino.

In epoca romana un tempio di Diana, dea della caccia, era tanto importante da dare il nome all‘insediamento: Vicus Dianensis.
Fondato forse dagli etruschi, l’abitato fu sempre vivace protagonista della zona.

mondaino rocca malatestiana escursioni entroterra riccioneNel 1289 l’alleanza con i Malatesta. Poi il coinvolgimento nelle guerre.
Per i trattati di pace qui siglati nel 1393 e nel 1459 fra le due casate rivali Mondaino divenne il “Paese dei Patti”.
Poco chiari (i patti): già nel 1462 Federico da Montefeltro tornò all’attacco e conquistò, per la Chiesa, il castello di Mondaino.

Fano, Ravenna, e la Repubblica Cisalpina si alternarono alla Chiesa nel dominio sul borgo.
Poi l’annessione al Regno d’Italia.

Il primo nucleo della Rocca Malatestiana fu forse innalzato dai mondainesi, ma la fortezza fu voluta dalla casata riminese nel XIV secolo.
Sigismondo Pandolfo la dotò di una cinta muraria con 13 torrioni e di camminamenti sotterranei (scoperti di recente), a renderla quel “luogo forte et importante, che a nessun patto può essere conquistato”, come ebbe a dire Federico da Montefeltro.
Da vedere al suo interno: la Madonna del Latte, affresco quattrocentesco di Bernardino Dolci, e il Museo Paleontologico, con reperti fossili risalenti a circa 5 milioni di anni fa.
mondaino museo dei fossili Qui stupiscono la varietà dei pesci e la rarità dei resti di uccelli.

Un capolavoro alle spalle e davanti il gioiello di Piazza Maggiore: ottocentesca, con il porticato neoclassico semicircolare, opera di Francesco Cosci, è teatro dei più importanti eventi paesani.
Per la forma dello spiazzo e della lunga via che vi sbocca, Mondaino è nota come il “Paese della Padella”.

È anche il paese della musica, per la produzione di strumenti musicali e delle fisarmoniche.

Recente la Mostra permanente delle ceramiche, rinascimentali e prodotte in loco.

Luoghi di culto: la Chiesa di San Michele Arcangelo, il Convento delle Clarisse, l’ex Convento di S. Francesco, e la Pieve di S. Apollinare, a Pieggia.

Per chi ama la natura: campagne, boschi, sentieri e l’Arboreto Sperimentale della Flora Mediterranea, oasi verde su nove ettari con circa seimila piante e il Centro di Educazione Ambientale.

mondaino palio del daino entroterra riccioneEventi: tra maggio e giugno Latinus Ludus, concorso per studenti di traduzione dal latino, dedicato a Don Sebastiano Sanchini, precettore di Giacomo Leopardi.
A luglio la Sagra Musicale Mondainese.
In agosto il Palio del Daino, con le sfide tra contrade e la spettacolare festa in costume.
A novembre Fossa, Tartufo & Cerere, mostra-mercato del tartufo bianco pregiato e del formaggio di fossa delle colline riminesi, con la Festa di Santa Bibiana e la sfossatura del formaggio.

Per i buongustai: in trattorie e agriturismi piatti a base di selvaggina e la piadina con i salumi tipici e il pecorino di fossa.

Curiosità: a Mondaino vagherebbe il fantasma di un poeta assassinato, ma c’è del mistero anche sui camminamenti sotto il paese.
РиччионеТуризм

Mondaino è circondato da belle campagne percorse da stradelli e sentieri di notevole interesse naturalistico e culturale. Esiste una sentieristica segnata. Di particolare pregio tutta l’area della Valmala che consigliamo di percorrere accompagnati da un bel volumetto che riguarda gli aspetti ambientali e storici della zona.

Esiste anche un ex arboreto che ha sette ettari di terreno su cui crescono piante del bacino mediterraneo; oggi le sue strutture sono utilizzate per seminari e laboratori di cultura teatrale.

Il mercatino che si tiene per il Palio del Daino offre numerose possibilità di acquistare manufatti curiosi e di buona fattura, dalle perfette riproduzioni di armi, agli strumenti musicali, dai cesti alle calzature d’epoca.

Sembra che la terra , proprio la terra in quanto elemento fisico, offra a Mondaino particolari attenzioni. Alla terra e alla roccia sono legati i rari fossili antichi di milioni d’anni, alla terra modellata dalle mani di valenti maestri sono legate le preziose ceramiche medioevali e rinascimentali , e ancora alla terra si lega una recente e già affermata produzione gastronomica locale, quella del formaggio messo a maturare e a insaporirsi in antiche fosse granarie.

Partiamo dai fossili, gli organismi che hanno lasciato la loro impronta su diversi tipi di roccia e che oggi trovano posto in un ben strutturato museo paleontologico, ospitato nei bei locali storici della rocca. Scrive Walter Landini: «in passato, le scoperte di corpi fossilizzati hanno ampiamente contribuito ad arricchire l’immaginario collettivo di nuovi e peculiari elementi, evocando spesso ricordi storici, alimentando miti e leggende o più semplicemente stimolando la curiosità. Così le orme di vertebrati fossili attribuite ai passi lasciati dal diavolo nelle sue visite notturne, le ammoniti (molluschi estinti) interpretate come serpenti pietrificati, le valve di rudiste (molluschi bivalvi estinti) associati a denti di drago, oppure splendi di pesci fossili, conservati su lastre calcaree, offerti come dono in alcuni luoghi di culto. Per Mondaino non si hanno specifici riferimenti nella tradizione popolare locale (…) ed il suo nome entra ufficialmente nelle cronache paleontologiche, soltanto nel secolo scorso. E precisamente, nel 1832, anno in cui Vito Procaccino Ricci segnalò la presenza di “corpi mummiati”.»

Di fossili a Mondaino (e nelle terre vicine, Saludecio, Montefiore) ce ne sono tanti, molti dei quali assai spettacolari e dettagliatissimi, formatisi sulle morbide lastre di “Tripoli”, e uno scienziato diceva nel 1880: “ l’esistenza di ittioliti a Mondaino è già nota da molto tempo a tutti i naturalisti; ed i viaggiatori che si recheranno colà per farne raccolta, vedranno bene quanto sia facile appagare i loro desideri.”

Oggi il Museo di Mondaino custodisce tanti pesci (oltre venti specie) ma anche tanti molluschi, rare piante, e ancor più rari resti di uccelli.

Un’altra esposizione, ospitata in una via del centro (Via Secondaria Levante), offre una significativa selezione delle ceramiche antiche rinvenute nel centro storico e dintorni. Quello che emerge dai reperti, oltre alla indubbia bellezza e varietà dei pezzi, è la presenza in loco di una vera e propria scuola che si imparenta, pur con tratti propri e distintivi, con le grandi scuole ceramiche vicine come quelle di Rimini ma anche di Urbino, di Casteldurante, di Pesaro. Una scoperta dunque davvero interessante sia per gli specialisti sia per capire qual’era l’effettiva importanza storica e artistica della comunità di Mondaino nei secoli tra Medioevo e Rinascimento.

Sul formaggio “infossato” a Mondaino c’è da dire solo questo: i tre mesi circa che passa a maturare sotto terra gli conferiscono un sapore davvero particolare che lo mette alla pari con gli altri ormai famosi “Formaggi di fossa” romagnoli e marchigiani. Ottimo: provare per credere.

Il palio del Daino si volge per rievocare il letterato Giovanni Muzzarelli, governatore della Rocca di Mondaino dagli inizi del XVI secolo fino alla sua morte (avveuta nel 1516).
Riuscì ad avere il possesso della Rocca grazie a Papa Leone X e questo gli permetteva di essere molto vicino ad Urbino, una delle culle letterarie più fiorenti dell’epoca. Tutti gli anni, il giorno di ferragosto, c’è la sfilata del corteo storico aperto dai personaggi di Giovanni e della sua consorte. Questo corteo storico precede il Palio a cui partecipano le quattro contrade del paese. I partecipanti si sfidano in giochi di destrezza e di forza ed il vincitore si aggiudica il palio con una pittura che rappresenta il Daino.

Ne lo giorno quarto
(giovedì 14 Agosto)
Piazza Maggiore ore 18,45
ET FESTA SIA
Lo capitano de lo castello de Mondaino accoglie Sigismondo Malatesta signore de Arimino
ore 19,00
CACCIAR CO LI FALCONI ET LI LEVRIERI
Messer Gianluca Barone de la città de Siena
ore 19,30
ADDESTRAMENTO DE LA MILIZIA DE LO CASTELLO
Pugnale et Spada de Arimino et Città de lo Grifo de Arzignano
Chiesa S. Michele Arcangelo ore 20,30
BENEDICTIONE DE LI GONFALONI DE LE CONTRADE
Via Maggiore ore 21,00
CORTEO DE LO CASTELLO DE MONDAINO
Nobili, milizia, musici e vulgo tutto porgono li honori a Sigismondo Malatesta et lo giullar Gianluca
Foresi tratterà li convenuti con movenze et risa
Piazza Maggiore ore 21.30
GIOUCHI DE BANDIERA
Compagnia “San Michele” de Mondaino
ore 22.00
VOLO DE LI RAPACI NOCTURNI
Messer Gianluca Barone de la città de Siena
ore 22,45
CECCO ET ALESSIO GIULLARI
Compagnia dei Ciarlatani de Arimino
ore 23,30
HAMMEL LO SARACINO ET LE SUE SPADE
Marco Cardona da Maranzana de Asti
et dopo li giuochi, li giullari et li altri spectaculi, danze et gaudium per madonne et homini tucti …
Casa di Diamante dalle 19,00 alle 24,00
GIULIANO ET DIAMANTE
Viviana De Marco da Civitanova ne la Marca Firmana
Orti della Fornacella ore 19,30; ore 21,15 e ore 22,30
SANDRONE RE DE LI MAMMALUCCHI ET ALTRE HISTORIE
Li Burattini de la Commedia de l’Arte da Modena
Discesa della Fontana
ore 21.15
CECCO ET ALESSIO GIULLARI
Compagnia dei Ciarlatani de Arimino
ore 22.15 e 23.15
CLERICI VAGANTES
Compagnia Atuttotondo de Bagnacavallo
1
Vicolo di Levante ore 21,15; ore 22,15 e 23,15
FRIZZI ET LAZZI
Compagnia Korekané da Arimino
Taverna della Contrada Borgo dalle ore 19 alle ore 23
MESSER MERAVIGLIA FUNAMBOLO
Andrea Loreni da Torino
Sacrato della Chiesa di S. Michele Arcangelo dalle ore 21,00
MUSICA ALL’IMPROVVISA
Coro de la città de Gradara et musici itineranti
Nelle taverne e per le vie del castello dalle ore 19,30
Allegra brigata, musici da Pian di Scò de Arezzo
Compagnia de li scalzi, musici de lo Ducato de Urbino
Laudare et delectare, musici da Sassoferrato
Errabundi musici, musici de la Marca Picena
Li predicatori et pellegrini della contrada de Montalbano da Chioggia
Messer Antonio Toma da Mondaino et li soy animali
Le sore Clarisse de lo Spiazzo francescano de Pesaro
Le Strie de Pan de le terre de Arimino
Li Zanzeri, grallatores da Mondaino
2
Ne lo giorno quinto
(venerdì 15 Agosto)
Piazza Maggiore ore 18,30
CACCIAR CO LI FALCONI ET LI LEVRIERI
Messer Gianluca Barone de la città de Siena
ore 19,15
ADDESTRAMENTO DE LA MILIZIA DE LO CASTELLO
Pugnale et Spada de Arimino et Città de lo Grifo de Arzignano
Via Maggiore ore 21,00
CORTEO DE LO CASTELLO DE MONDAINO
Nobili, milizia, musici e vulgo tutto porgono li honori a Sigismondo Malatesta et lo giullar Gianluca
Foresi tratterà li convenuti con movenze et risa
Piazza Maggiore ore 21.30
GIOUCHI DE BANDIERA
Compagnia “San Michele” de Mondaino
ore 22.00
VOLO DE LI RAPACI NOCTURNI
Messer Gianluca Barone de la città de Siena
ore 22,45
CECCO ET ALESSIO GIULLARI
Compagnia dei Ciarlatani de Arimino
ore 23,30
HAMMEL LO SARACINO ET LE SUE SPADE
Marco Cardona da Maranzana de Asti
et dopo li giuochi, li giullari et li altri spectaculi, danze et gaudium per madonne et homini tucti …
Casa di Diamante dalle 19,00 alle 24,00
GIULIANO ET DIAMANTE
Viviana De Marco et Old Ways da la Marca Picena
Orti della Fornacella ore 19,30; ore 21,15 e ore 22,30
FAGIOLINO ET SANDRONE A LA CORTE DE LO RE
Li Burattini de la Commedia de l’Arte da Modena
Discesa della Fontana ore 21.15
CECCO ET ALESSIO GIULLARI
Compagnia dei Ciarlatani de Arimino
ore 22.15 e 23.15
CLERICI VAGANTES
Compagnia Atuttotondo de Bagnacavallo
Vicolo di Levante ore 21,15; ore 22,15 e 23,15
FRIZZI ET LAZZI
Compagnia Korekané da Arimino
3
Taverna della Contrada Borgo dalle ore 19 alle ore 23
FUNAMBOLO MESSER MERAVIGLIA
Andrea Loreni da Torino
Sacrato della Chiesa di S. Michele Arcangelo dalle ore 21,00
MUSICA ET DANZE ALL’IMPROVVISA
Nelle taverne e per le vie del castello dalle ore 19,30
Allegra brigata, musici da Pian di Scò de Arezzo
Compagnia de li scalzi, musici de lo Ducato de Urbino
Laudare et delectare, musici da Sassoferrato
Errabundi musici, musici de la Marca Picena
Li predicatori et pellegrini della contrada de Montalbano da Chioggia
Pan Ino cerretano de Castelnovo da Auditore
Messer Antonio Toma da Mondaino et li soy animali
Le sore Clarisse de lo spiazzo francescano de Pesaro
Le Strie de Pan de le terre de Arimino
Li Zanzeri, grallatores da Mondaino
4
Ne lo giorno SESTO
(sabato 16 Agosto)
Piazza Maggiore ore 18,30
CACCIAR CO LI FALCONI ET LI LEVRIERI
Messer Gianluca Barone de la città de Siena
ore 19,15
ADDESTRAMENTO DE LA MILIZIA DE LO CASTELLO
Pugnale et Spada de Arimino et Città de lo Grifo de Arzignano
Via Maggiore ore 21,00
CORTEO DE LO CASTELLO DE MONDAINO
Nobili, milizia, musici e vulgo tutto porgono li honori a Sigismondo Malatesta et lo giullar Gianluca
Foresi tratterà li convenuti con movenze et risa;
Piazza Maggiore ore 21.30
DISFIDA DE LI BALESTRARI
Compagnia “San Michele” de Mondaino
ore 22.00
VOLO DE LI RAPACI NOCTURNI
Messer Gianluca Barone de la città de Siena
ore 22,45
TILOPA ET LO CONTORNO DE LO DIAVOLO
I Giullari del Diavolo de Foligno
ore 23,30
HAMMEL LO SARACINO ET LE SUE SPADE
Marco Cardona da Maranzana de Asti
et dopo li giuochi, li giullari et li altri spectaculi, danze et gaudium per madonne et homini tucti …
Casa di Diamante dalle 21,00 alle 24,00
GIULIANO ET DIAMANTE
Viviana De Marco da Civitanova ne la Marca Firmana
Orti della Fornacella ore 19,30; ore 21,15 e ore 22,30
SANDRONE RE DE LI MAMMALUCCHI ET ALTRE HISTORIE
Li Burattini de la Commedia de l’Arte da Modena
Discesa della Fontana
ore 21.15
LA CONFRATERNITA DI FRA DIAVOLO
I Giullari del Diavolo de Foligno
ore 22.00
HAMMEL LO SARACINO
Marco Cardona da Maranzana de Asti
ore 23.15
FRIZZI ET LAZZI
Compagnia Korekané da Arimino
5
Vicolo di Levante ore 21,15; ore 22,15
FRIZZI ET LAZZI
Compagnia Korekané da Arimino
Taverna della Contrada Borgo dalle ore 19 alle ore 23
FUNAMBOLO MESSER MERAVIGLIA
Andrea Loreni da Torino
Sacrato della Chiesa di S. Michele Arcangelo dalle ore 21,00
MUSICA ET DANZE ALL’IMPROVVISA
Nelle taverne e per le vie del castello dalle ore 19,30
Allegra brigata, musici da Pian di Scò de Arezzo
Compagnia de li Scalzi, musici de lo Ducato de Urbino
Laudare et delectare, musici da Sassoferrato
Imago Vocis, musici da Rovereto
Li predicatori et pellegrini della contrada de Montalbano da Chioggia
Messer Antonio Toma da Mondaino et li soy animali
Le sore Clarisse de lo Spiazzo francescano de Pesaro
Le Strie de Pan de le terre de Arimino
6
Ne lo giorno de festa
(domenica 17 Agosto)
Piazza Maggiore ore 18,00
CACCIAR CO LI FALCONI ET LI LEVRIERI
Messer Gianluca Barone de la città de Siena
Via Maggiore ore 18,30
CORTEO DE LO CASTELLO DE MONDAINO
GIOUCHI DE BANDIERA
Rione Verde da Faenza
e a seguire
CORSA DE LE OCHE
Piazza Maggiore ore 19,30
ADDESTRAMENTO DE LA MILIZIA DE LO CASTELLO
Pugnale et Spada de Arimino et Città de lo Grifo de Arzignano
Via Maggiore ore 21,00
CORTEO DE LO CASTELLO DE MONDAINO
Nobili, milizia, musici e vulgo tutto porgono li honori a Sigismondo Malatesta et lo giullar Gianluca
Foresi tratterà li convenuti con movenze et risa
Piazza Maggiore ore 21.30
GIOUCHI DE BANDIERA
Rione Verde da Faenza
ore 22.00
VOLO DE LI RAPACI NOCTURNI
Messer Gianluca Barone de la città de Siena
ore 22,30
LO GIUOCHO DE LO PALIO
ore 23,00
TILOPA ET LO CONTORNO DE LO DIAVOLO
I Giullari del Diavolo de Foligno
ore 23,30
HAMMEL LO SARACINO ET LE SUE SPADE
Marco Cardona da Maranzana de Asti
ore 24,00
LI FUOCHI ARTIFIZIOSI
De la roccha lo spectaculare incendio lo quale segna li ultimi balli et lo termine de la festa
Casa di Diamante dalle 21,00 alle 24,00
GIULIANO ET DIAMANTE
Viviana De Marco da Civitanova ne la Marca Firmana
Orti della Fornacella ore 19,30; ore 21,15 e ore 22,30
FAGIOLINO ET SANDRONE A LA CORTE DE LO RE
Li Burattini de la Commedia de l’Arte da Modena
Discesa della Fontana ore 21.15
LA CONFRATERNITA DI FRA DIAVOLO
I Giullari del Diavolo de Foligno
7
ore 22.00
HAMMEL LO SARACINO
Marco Cardona da Maranzana de Asti
ore 23.15
FRIZZI ET LAZZI
Compagnia Korekané da Arimino
Vicolo di Levante ore 21,15; ore 22,15
FRIZZI ET LAZZI
Compagnia Korekané da Arimino
Taverna della Contrada Borgo dalle ore 19 alle ore 23
FUNAMBOLO MESSER MERAVIGLIA
Andrea Loreni da Torino
Sacrato della Chiesa di S. Michele Arcangelo dalle ore 21,00
MUSICA ALL’IMPROVVISA
Coro de la città de Gradara et musici itineranti
Nelle taverne e per le vie del castello dalle ore 19,30
Allegra brigata, musici da Pian di Scò de Arezzo
Compagnia de li scalzi, musici de lo Ducato de Urbino
Laudare et delectare, musici da Sassoferrato
Imago Vocis, musici da Rovereto
Li predicatori et pellegrini della contrada de Montalbano da Chioggia
Messer Antonio Toma da Mondaino et li soy animali
Le sore Clarisse de lo Spiazzo francescano de Pesaro
Le Strie de Pan de le terre de Arimino

paliodeldainopaliodeldaino
Home page
You Tube

Реклама

Добавить комментарий

Заполните поля или щелкните по значку, чтобы оставить свой комментарий:

Логотип WordPress.com

Для комментария используется ваша учётная запись WordPress.com. Выход / Изменить )

Фотография Twitter

Для комментария используется ваша учётная запись Twitter. Выход / Изменить )

Фотография Facebook

Для комментария используется ваша учётная запись Facebook. Выход / Изменить )

Google+ photo

Для комментария используется ваша учётная запись Google+. Выход / Изменить )

Connecting to %s